STUORIA – HISTORY

UN PO’ DI STORIA / UN BISINI’ AD STUORIA

POUR MA CLASSE zine e SPIRIT OF 36
Tutto ebbe inizio da qui.. una fanzine “skinhead”, rigorosamente fotocopiata, inizialmente pensata come voce del collettivo Romagna Skinheads Antirazzisti.. l’anno è circa il 2002 o 2003.. il collettivo poi muore dopo circa un anno tirando fuori il solo numero 0 e un signor concerto in un neonato CSA Spartaco prima gestione: Banda Del Rione e Youngang.
Terminata dunque quell’esperienza un giovine Baku (conosciuto anche come Mattia) decide di continuare comunque la ‘zine che pure aveva riscosso un discreto successo anche per la collaborazione di un giovanissimo amico e compagno di esperienze politiche giovanili romano:  Zerocalcare (nientepopodimeno ché!) al tempo skinhead e sconosciuto fuori dalla scena ma già bravissimo!  Collaborò con tutti i numeri della fanzine (3 in totale) curandone le copertine e con fumetti interni davvero magnifici che custodirò gelosamente e che potranno leggere solo coloro che comprarono al tempo la ‘zine!
Con Zerocalcare stesso Baku co-produsse il primo disco con una etichetta dai due appositamente creata per aiutare 2 gruppi di amici a far uscire il proprio split. Il nome era “Spirit of ‘36” (‘36, per chi non avesse colto, è l’anno simbolo della guerra civile in Spagna quando ancora si respirava una salutare unione fra le forze rivoluzionarie antifasciste) e lo split era fra Istinto Antifascista (Milano) e Subculture Voice (Crema). Questo fu l’inizio e la fine della collaborazione discografica fra i due.. semplicemente perché non c’era al tempo alcun interesse a farla proseguire!
 PMC –SO36 / COLUMNA HC
Dal terzo numero della ‘zine (che era poi il numero 2), e qua missà che siam già verso il 2005-2006 visto che la ‘zine usciva tempestivamente una volta ogni anno e un po’, Davide detto anche “Jack”,  un amico skin modenese (di Verica di Pavullo a onor del vero), ma di stanza a Ravenna causa studi, si unì a Baku. Con il buon Davide, con più esperienza e con un casino di voglia di fare, dalla fanzine nacque un’ etich

2ggPunkHCdef

etta vera e propria: PMC-SO36 (Pour Ma Classe – Spirit of 36… cioè non avevam voglia di pensare ad un nome nuovo quindi abbiamo unito i 2 precedenti). Come se non bastasse per le produzioni HC e Punk-HC, genere molto caro a Davide, fondammo Columna HC (altro riferimento alla guerra civile di Spagna.. i battaglioni anarchici erano organizzati in “colonne”: Columna de Hierro, Durruti, Roja y Negra ecc…). Con queste etichette co-producemmo l’esordio dei Plakkaggio HC, Smashrooms, A Fora De Arrastu, Milizia HC, Ludd e svariati altri! Poi Satana apparve in sogno a Davide ed egli cominciò ad ascoltare musiche da sgozzacapretti metallari! Dunque decidemmo in tutta amicizia che le differenze musicali erano ormai incolmabili e chiudemmo baracca.. sarà stato il 2007-8.. poi assieme ad altri Davide fonderà l’Iconoclast Records che è una serissima etichetta per l’underground metalloso!
Prima della separazione consensuale avevamo però organizzato dei signori concerti, tutti al CSA Capolinea di Faenza! Tra gli altri Payback, Tear Me Down, Fall Out, Rebelde, Atarassia Grop, Affluente, Hudson Falcons, Spina Nel Fianco ecc..
RUMAGNA SGROZA
Stavolta sono sicuro della data! Siamo negli ultimi mesi del 2009 quando di ritorno da una serata da qualche parte Baku decide di proporre a quelli che erano al tempo i suoi ufficiali portabirre (nome bonario che davamo agli skins più giovani ai tempi delle serate al Lazzaretto organizzate da S.A.B. prima e Bologna Beve poi.. non mi han mai portato la birra in realtà, ingrati!) di fare una etichetta e di organizzare assieme concerti sotto il nome di Rumagna Sgroza (che è romagnolo e significa Romagna Rude/Rozza/Grezza) siccome era da qualche anno che in zona Ravenna c’era un gran silenzio. Un giovane e sempre sorridente Teo accetta subito mentre il tentennatore seriale Gian prende tempo per poi decidere, suppongo dopo giornate di valutazione pro e contro, di non imbarcarsi in questa avventura!
Zerocalcare farà l’ultimo servigio disegnandoci il logo, poi deciderà che è stanco dell’anonimato e diverrà uno dei fumettisti più importanti in Italia.
Baku e Teo iniziano invece ad organizzare febbrilmente concerti (al Capolinea e al Lughé di Lugo per poi spostarsi definitivamente al CSA Spartaco di Ravenna divenuta a tutti gli effetti la nostra casa) e co-produrre dischi nonché imbastire una discreta distro scambiando ed acquistando materiale da etichette “colleghe”! Inizialmente anche il nostro buon amico Ale il Nero prende parte attiva al progetto. Poi una giovane veneta adottata romagnola di nome Paolina un dì compì la scelta efferata di accompagnarsi con Baku ed oltre a diventare fondamentale per quest’ultimo lo diverrà anche per l’etichetta grazie al suo costante e indispensabile supporto!
Oltre a tutto questo, abbiamo dato seguito a quelle che erano le serate più interessanti della zona prima del nostro avvento: le Rude Night (organizzate principalmente da Red, Loreto, Troccolo, Silvia che, oltre ad essere amici, sono state persone fondamentali, per noi e per la scena nord-romagnola) mutandole in RumagnaRudeNight, aggiungendo spesso qualche band live (tra cui spiccano i nomi di Offenders, Ashpipe, The Riots) e qualche dj ospite; abbiamo organizzato diversi concerti, nella stragrande maggioranza benefit (per varie casse di resistenza, per le Brigate di Solidarietà Attiva e i terremotati di Emilia ed Umbria, per il Marceria, per i No Tav arrestati, per Kobane,  per singoli compagni con “problemi” ecc..) portando a Ravenna band quali Nabat, Impact, Basta, Tear Me Down, Affluente, Los Fastidios, Reazione, Rebelde, Overload, Luvdump, Plakkaggio HC, Gli Ultimi, Billy Boy e la sua Banda, Razzapparte.. e un sacco di altre! Come etichetta cerchiamo di sostenere quanto più possibile i gruppi locali sia facendogli aprire serate a band più note sia aiutandoli a far uscire i loro dischi. Per il momento annoveriamo tra questi Scorma, The Motivated, Tumulto, La Prospettiva, Turn Against, Zeman, La Svolta, Huaraca Orkestra, Diario di Bordo, Balotta Continua, Spring Moods, Call the Cops (e più o meno tutte le band attive Oi!/Punk/Punk-HC/Ska del territorio han suonato nei nostri concerti).. ma sosteniamo ovviamente anche band che ci piacciono di ogni dove (Plakkaggio, Gli Ultimi, Guacamaya, Bomber80, Mossin Nagant, Skarmento, Affluente, No Prove…)!
INT LA STRE
A fine 2015 abbiamo conseguito quello che per noi è un grandissimo obiettivo: realizzare una compilation antologica della musica di strada in Romagna. INT LA STRE (nella strada) – Un sorso di Romagna era nelle nostre teste praticamente da quando ci imbarcammo in questa avventura e dopo circa un anno emmezzo di “lavoro” è venuta alla luce! 34 band vecchie, nuove, conosciute, trovate, riscoperte..  e il fiore all’occhiello è la copertina disegnata da uno Zerocalcare ormai famosissimo che però si ricorda ancora chi è e da dove viene!
Quando abbiamo avuto tra le mani questo doppio cd stampato è stata per noi un’emozione che fatichiamo a trasmettervi..  Oltretutto questo è il primissimo disco interamente curato da noi… i-jè sudisfazio’.
ROTTEN RIVER CAMP E DARSENA RUDE
Tra il 2015 e 2016 il buon Teo trasferitosi a Parma a far della cardiochirurgia spinta, poi divenuto pure padre di famiglia, lascia per forza di cose il progetto.  Ma per fortuna Baku e Paolina non sono mai soli e infatti grazie alla collaborazione con altre 2 realtà affini sono nati due nuovi progetti che ci vedono felicemente partecipi.
Il Rotten River Camp nasce da un’idea del nostro fonico di fiducia Cala che porta avanti anche una etichetta e studio di registrazione dal nome Kaizoku Records a Imola. In pratica a partire dal 2015 abbiamo unito le forze per creare uno dei festival più sburi dello stivale che si tiene in un posto fantastico in riva al fiume Santerno a Castel del Rio (prov. BO ma ancora di fatto Romagna) che oltre a proporre band interessanti si contraddistingue per le piadine e pizze del nostro top chef camionista Carè!

rottenriver2017 - Copia

Nel 2016 nasce un nuovo spazio sociale a Ravenna grazie sopratutto agli studenti che allora confluivano nel Collettivo Autonomo Studentesco (ma oggi non è più legato ai soli studenti) in una delle zone più fighe della città a nostro parere (la Darsena): MPA – Magazzini Posteriori Autogestiti. Contenti che Ravenna avesse un nuovo spazio per di più autogestito da ragazzi per cui avevamo (e abbiamo) rispetto e stima la collaborazione andava da sé! E così venne alla luce Darsena Rude, una serata per lo più di dj ska, reggae, 2tone (presieduta dalle nostre colonne Mr Red e Loreto) talvolta affiancata da qualche performance live (ma lo spazio non si presta a concerti). Anche grazie alla zona, molto più frequentata e a ridosso del centro della città rispetto a Spartaco, questo genere di serata ha riscosso nel tempo un successo quasi insperato e sono attese febbrilmente anche da persone che di norma non frequentano molto i nostri ambienti!

RINGRAZIAMENTI
Tutto questo non ci sarebbe mai stato possibile se non avessimo potuto contare sugli amici locali (noi siamo di Bagnacavallo ed in generale della Bassa Romagna, ovvero la zona pianeggiante della provincia di Ravenna) che magari non gli piace nemmeno la musica che facciamo ma che comunque ci supportano a prescindere! Poi i ragazzi di Spartaco e di MPA di Ravenna senza i quali non potremmo fare praticamente alcunché! Stesso discorso per gli altri spazi sociali che ci hanno ospitato e che ci ospiteranno e quindi Capolinea (Faenza), Lughé (Lugo) e Brigata 36 (Imola ). A loro si aggiungano le etichette con le quali amichevolmente collaboriamo – soprattutto Rusty Knife (Agen, FR), Kaizoku (Imola), Out Of Control (Milano), One Step (Forlì), Hellnation Store (Roma), ROF (Milano), KOB (Verona), Casual (Nancy, FR), RedStar73 (Barcelona, CAT), FFC (Brest, FR), Fire and Flames (Kiel, DE), Anfibio (Cremona), Nutty Print per le magliette (Siena) ma anche molte altre – e i fedelissimi delle nostre serate ovvero quelle persone che ci ribadiscono ad ogni iniziativa che stiamo facendo qualcosa di buono per la musica, l’attitudine e la Terra che amiamo!
AS AVDE’ INT LA STRE!
Annunci